domenica 8 febbraio 2009

Siamo come fiori e viviamo aspettando primavera

Mentre il sole filtra dalla serranda, mi allungo nella sua parte di letto: da 10 giorni non mi rassegno all'idea di trovarla vuota.
Mi arrotolo nel piumone e piango. Voglio dormire, pensare, sognare.
Ma al piano di sopra hanno deciso di offrire il solito spettacolo di urla casalinghe con sopra-fondo musicale.
Basta: meglio dare un calcio al piumone e alla malinconia piuttosto che cedere alla malsana idea di darlo alla loro porta !
Routine: alzo la serranda,apro la finestra,vado in cucina,metto su il caffè,sistemo i cuscini sul mio divano ma non sulla sua poltrona (è intatta), esco sul balcone e li vedo: sfidano a testa alta il freddo di questa luminosa mattina di febbraio, gialli e orgogliosi mi danno le spalle, guardano dritti davanti a se e ignorano questa femminuccia che piagnucola per un'assenza momentanea e giustificata. Per uno strano e segreto meccanismo i narcisi si sono alleati col caffè che schizzando e borbottando mi fa correre in cucina a riparare i danni della mia sonnolenza e delle mia inedia.
Finalmente veramente sveglia parlo al telefono col mio uomo, bevo il mio caffellatte, ringrazio il mio balcone e do il mio buongiorno al mondo.

1 commento:

fiordicactus ha detto...

10 giorni???
Dov'è quell'uomo???;-)
Ciao, R